IMPORTANTE

Visita il mio nuovo sito per trovare
informazioni utili e aggiornate

www.lenocinutrizionista.it

Torna indietro

La fibra: solubile o insolubile. Come orientarsi

La fibra alimentare svolge alcune importanti e fondamentali funzioni:
ha un elevato potere saziante, rallenta l'assorbimento intestinale di lipidi e zuccheri, favorisce la peristalsi intestinale riducendo, quindi, il tempo di transito delle sostanze tossiche e proteggendo da patologie croniche e neoplastiche.
Facciamo un po' di chiarezza:
La fibra insolubile, formata da cellulosa, pectine non metilate e lignina, trattiene acqua e gas aumentando la massa fecale e stimolando la peristalsi che ne accelera l'eliminazione riducendo così la tensione intestinale e promuovendo la regolarizzazione della funzione digestiva.
Alimenti ricchi di fibra insolubile sono i cereali e i legumi.
La fibra solubile tende a gelificare aumentando la viscosità delle feci e rallentandone il transito, limita l'assorbimento di glucidi e lipidi. E' formata da inulina, pectine metilate, emicellulose, gomme, mucillagini, agar, alginati, carragenina, oligosaccaridi e amidi resistenti.
Gli alimenti ricchi di fibra solubile sono i prodotti a base di avena e la frutta.

Il fabbisogno giornaliero dovrebbe ammontare a 30 gr di cui 2/3 di fibra solubile e 1/3 di fibra insolubile.

2012 © - Declino di Responsabilit� - Cookies Policy Icon powered by Fotolia/Rosa Lenoci Web designed & Developement Art.com snc