Torna indietro

Regine non si nasce: il ruolo dell'alimentazione nella espressione dei geni

Le api Regine hanno corpo e gambe più lunghe delle api operaie. Le Regine sono più slanciate e non hanno peli sull'addome, cosa caratteristica delle operaie. I loro pungiglioni possono essere utilizzati su richiesta senza alcun rischio per le loro vite, a differenza delle operaie che muoiono subito dopo averlo utilizzato. Le Regine vivono per anni, le operaie solo per poche settimane. Le Regine sono fertili, le operaie sterili. Regine si nasce? Valgono per loro le stesse regole che per secoli e secoli hanno visto solo "sangue blu" alla guida di popoli? La verità è che geneticamente la Regina è identica alle operaie, non è niente di speciale. Una Regina e un'operaia possono essere sorelle, hanno lo stesso DNA. Solo un dettaglio fa di un'ape una Regina: il modo in cui è nutrita. Il meccanismo è noto come epigenetica, il cibo di cui si nutrono modifica la loro espressione genica attraverso l'attivazione o la disattivazione di geni specifici. Il cibo in questione è la pappa reale, e solo le giovani principesse ne possono mangiare in quantità fino a trasformarsi in Regine. Sembra una favola. La verità è che il cibo ci modella e i meccanismi epigenetici intervengono anche sul nostro DNA. La nostra dieta è diversa da quella di un'ape ma i nostri geni possono esprimersi con gli stessi meccanismi. Diversi studi sono in corso: li seguiremo nella speranza di poter, attraverso l'alimentazione, essere indirizzati verso scelte sempre più mirate.

2012 © - Declino di Responsabilità - Cookies Policy Icon powered by Fotolia/Rosa Lenoci Web designed & Developement Art.com snc