Torna indietro

Scoprire le proprietÓ dell'orto: i finocchi

Nel Cinquecento era usato per i suoi semi e per il suo aroma che non solo insaporiva i cibi ma addirittura ne copriva i difetti.
I venditori di vino offrivano del finocchio crudo ai loro clienti per far sembrare buono anche il vino scadente (da questo deriva il verbo infinocchiare)
╚ uno degli ortaggi meno calorici essendo sprovvisto del tutto di lipidi e amido; contiene l'anetolo, concentrato soprattutto nei semi, che favorisce la digestione.
Diuretico in quanto ricco di acqua: stimola la produzione di urina e con essa l'eliminazione di tossine.
Possiede altre proprietÓ: stimola il flusso mestruale, allevia i crampi mestruali e la nausea, allevia le coliche e i problemi legati alla menopausa.
╚ un eccellente rimedio per lo stomaco e l'intestino per alleviare flatulenze e coliche e per stimolare digestione e appetito.
Agisce anche sul fegato e sui sistemi di disintossicazione grazie all sua abilitÓ di tonificare, rafforzare e disintossicare.
Promuove il flusso di latte o di secrezione lattea nelle puerpere: contiene infatti dei fitoestrogeni che sono alla base di questa sua proprietÓ galattogena.
Gli oli aromatici sono utilizzati anche per aprire passaggi nasali, migliorare la tosse e il sapore dei farmaci.
All'acquisto Ŕ bene controllare che le guaine siano carnose e compatte e le foglioline fresche.
I finocchi migliori da consumare crudi sono quelli dal corpo panciuto. Quelli dal corpo pi¨ affusolato risultano fibrosi e meno dolci.
Possono essere conservati in frigo anche per una settimana chiusi in sacchetti forati.

2012 © - Declino di ResponsabilitÓ - Cookies Policy Icon powered by Fotolia/Rosa Lenoci Web designed & Developement Art.com snc